Abbecedario del lavoro femminile Ovvero: per un mondo nuovo in cui la condivisione si sostituisca alla competizione

http://www.delbucchia.it/libro.php?c=261

Antonella Faucci, Maria Pia Lessi, Jacqueline Monica Magi
Abbecedario del lavoro femminile
Ovvero: per un mondo nuovo in cui la condivisione si sostituisca alla competizione

Prefazione di Susanna Camusso, contributo di Antonella Ciriello, in copertina sciopero a Lucca del 1954 guidato da Anna Maria Marino (allora responsabile della Camera del Lavoro di Massarosa e madre di Jacqueline Monica Magi), 2011, pagine 120, euro 11,50, I.S.B.N. 88-471-0451-4

Scrivere un libro – in particolare un libro utile, una “guida delle giovani marmotte” nella giungla del mercato del lavoro – presuppone molto impegno e ricerca, ma soprattutto richiede un pensiero. Un giudizio sull’ordine delle cose che racconterai, una scelta di scrittura, una selezione di argomenti. Già la semplice scelta degli argomenti è un’ardua impresa: hai sempre la sensazione di tralasciare qualcosa, che manchi un collegamento o una ragione, che il pensiero subisca dei salti. Questo abbecedario non è cosí. Ci sono i perché, i collegamenti ed emerge con forza la ragione: la memoria. Quel filo che lega una storia lunga, non sempre lineare, che percorre il movimento delle donne e le sue conquiste e giustamente propone l’obiettivo finale: la condivisione. O, detto in altri termini, il giorno in cui nulla piú dovrà essere conquistato ed anche gli uomini staranno meglio (l’incipit della prefazione di Susanna Camusso).

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Studio Legale Lessi Livorno